A.I INTELLIGENZA ARTIFICIALE

A.I. - Intelligenza artificiale (A.I. Artificial Intelligence) è un film del 2001 diretto da Steven Spielberg, basato su un progetto di Stanley Kubrick.

 L'UOMO REALIZZA UNA MACCHINA PERFETTA CHE NASCONDA LE SUE IMPERFEZIONI 

Con la tecnologia l'uomo cerca di sostituire con le macchine le sue imperfezioni ed incapacità, spingendosi ai limiti e cioè che non solo crea robot che lo sostituiscano a livello fisico, meccanico, di forza e precisione mentale, ma anche a livello interiore, sentimentale e spirituale, quindi affida alle macchine la sua essenza DIVINA: l'amore. Macchine capace di amare (David, un bambino) e capace di fare sesso (Joe, un Gigolo). Dietro queste macchine quindi gli essere umani hanno deliberato anche la loro condanna e perdizione perchè sarà questa potenza a portarli alla disperazione e alla distruzione.




NOI CREIAMO GLI DEI A NOSTRA IMMAGINE E SOMIGLIANZA... E ANCHE GLI AMORI
E' lapidaria ed emblematica la convinzione biblica che noi esseri umani siamo stati creati ad immagine e somiglianza di Dio. Se così fosse niente allora di strano che noi cerchiamo di creare e plasmare negli altri le nostre stesse qualità ma anche le nostre stesse imperfezioni o limiti. Il problema però diventa incontrollabile quando è la qualità (come la capacità di amare) che diventa un imperfezione (incapaci di riceve amore); a questo punto anche noi dubitiamo se siamo stati noi a creare Dio e non viceversa, se siamo stati noi a creare i robot che ci distruggeranno, oppure, se le nostre imperfezioni rivelano la libertà di un Dio che noi non vogliamo accettare come imperfetto (come imperfetta una madre che non riesce ad amare, appunto come Monica in questo film).



L'AMORE NON PUÒ ESSERE CREATO
David è un Mega, un Robot perfetto, creato con la capacità di amare, di soddisfare non l'amore bensì l'egoismo di Monica (il trauma di aver perso il suo figlio Martin malato lasciò un vuoto che cerca di colmare con David, così come noi lo colmiamo con cani, gatti, macchine, amanti.... ); questo film rivela quanto l'amore umano sia sbagliato: non è una potenza ma una debolezza che si manifesta solo come bisogno e mai come pienezza. Ma per quanto perfetto questo Robot noi non possiamo creare l'amore, perchè essendo programmato i suoi atti non provengono da un azione libera, cioè spontanea e per questo privo di merito e gratuita bontà, senza questo sentimento ogni emozione umana è priva di senso. Usare le persone come Robot per farci amare, per soddisfare le nostre frustrazioni e bisogni non è che la maniera di scoprirci meschini e falliti. L'amore non può essere creato perchè è lui il creatore. Il robot è privo di libero arbitrio quindi di libertà e senza questa l'amore è solo una falsa illusione. Dunque questi Mega sono perfetti ma non hanno l'essenza umana: la libertà di decidere quei sentimenti per quanto perfetti umanamente parlando e sentendo.



MAMMA TU MORIRAI?
David sa che la morte della madre sarebbe la fine del suo lavoro: se muori non ho altro scopo. Dietro questo sentimento si crea lo spazio della fiaba (Pinocchio) e di quello che noi essere umani riteniamo Dio: l'amore non muore; dunque questo Mega incomincia a subire un mutamento che neppure i suoi creatori scienziati avevano programmato: un po come Dio con le creature (impara), non sono prevedibili, l'amore le trascende e le porta oltre, a superarsi, per cui questo Robot capisce che il massimo della sua missione non è solo amare ma diventare umano: un bambino vero (come Pinocchio... vedere post seguente). E' proprio in quel momento che la mamma gli regala un giocattolo, un orsacchiotto (la fede, l'amicizia vera e fedele).



SE NOI SIAMO DEI BURATTINI DI DIO, ALLORA DIO E' IL NOSTRO GIOCATTOLO PREFERITO
David, un Mega Robot creato per amare, scopre proprio tramite l'amore che per amare deve anche sentirsi amato quindi deve diventare un bambino vero, donde l'analogia con Pinocchio apre un varco mistico e spirituale anche a noi esseri umani: Noi Pinocchi non siamo stati fatti che di materia - legno , non come il nostro Padre celeste Geppetto che è di Spirito, angelico.. anche noi come Pinocchio vogliamo trovare la fata turchina (la Madonna) che ci renda angelici, soprannaturali, veri. Alla fine capiremo che la natura è quella dell'amore non della materia a realizzare il sogno, ma per ascoltare questo sogno ci vuole la voce della coscienza, per questo così come a Pinocchio viene dato il grillo parlante, anche a David viene regalato Teddy che conservando la ciocca dei capelli di Monica ( la fede divina o fedeltà umana ) potrà riportarla in vita al momento cruciale dell'amore.



SOLO L'AMORE PERDONA LA CRUDELTÀ DELL'IMPERFEZIONE UMANA
Martin guarisce miracolosamente da un coma irreversibile e torna a vivere a casa, trovando David si genere la classica gelosia tra fratelli ma col vantaggio che essendo David un Mecha viene trattato da Martin con maliziosa crudeltà ed inganno per farlo fallire nel suo compito di apparire amorevole agli occhi della mamma. Martin spinge David a fare cose irragionevoli, pericolose ma del tutto inconsapevole, mettendolo in una cattivissima luce, al punto tale che la famiglia lo ritiene un pericolo e decide di licenziarlo. Ecco l'amore naturale della madre non solo non vede il pericolo del carattere malefico del proprio figlio, ma lo protegge, mentre l'amore perfetto di David viene punito. Questo contrasto mette in discussione quanto sia parziale, cieco, meschino ed egoista l'amore umano quando non vuole vedere i suoi propri limiti: David dimostra quando sia limitato l'amore di Martin ma è un robot non viene accettato: noi così costruiamo robot che colmino i nostri difetti ma se ce li fanno pesare li eliminiamo come macchine pericolose, e questo alla fine lo facciamo anche con le persone. Teddy come buon grillo parlante mette sempre in guardia David che non sa ancora comprendere la saggezza dell'orsetto e si fida piuttosto dell'ignoranza degli umani.



SE QUALCUNO TI AMA IN MANIERA PERFETTA DEVI ACCETTARE LE TUE IMPERFEZIONI
Strano dirlo ma le persone che si comportano correttamente con noi ci portano a scoprire le cose in noi non corrette a meno che noi siamo alla loro altezza della situazioni, altrimenti o fuggiamo o li abbandoniamo. Ecco qui ciò che succede nel film: lui un figliolo perfetto, fatto per far sì che Monica si sentisse mamma, ma lei non lo era, il suo egoismo ed amore esclusivo per l'altro figlio Martin l'acceca fino a cedere alla pressione della famiglia di abbandonare David. Però, essendosi affezionata a David, Monica decide di non riportarlo alla Cybertronics (per evitare che venga distrutto) e lo abbandona in una foresta con Teddy come Mecha non registrato.



NEL PAESE DEI BALOCCHI
David giunge alla metropoli di Rouge city, come ogni metropoli regna il caos ricoperto di baldoria, la disperazione travestita di divertimento, la frustrazione camuffata di violenza; gli umani sfogano la loro ira distruggendo i Mecha, i robot, perchè vedendoli perfetti si sentono declassati, quindi amano distruggere negli altri le perfezioni che loro non sono riusciti a raggiungere (un po come facciamo noi con gli altri). Joe un gigolò programmato per soddisfare le donne viene incastrato dalla gelosia di un uomo che Joe sostituisce come amante. Joe capisce la meschinità degli esseri umani ed avverte David che gli umani usano anche i sentimenti per egoismo e bisogno: "gli umani non ti amano, amano quello che tu fai per loro, quello che tu fai sentire loro", ma David si illude come un umano a cui vuole imitare persino nell'amore illusorio. Ma in questo paese dei barocchi ad essere senza cuore sono gli umani e non i robot che manifestano invece sogni e desideri umani.



ALLA RICERCA DELLA FATA TURCHINA
Tutti noi cerchiamo la fata turchina, tutti noi abbiamo un ombra nel pensiero, un fantasma nell'anima che ha le sembianze materne, è l'impronta dell'essere creatore, ricorrente come archetipo in tutte le fiabe e anche in questo film, dove David, pur essendo un robot fatto per imitare gli umani, vuole un tocco magico per diventare un bambino vero (proprio come Pinocchio). Ma anche noi cerchiamo la stessa cosa, per esempio, con la Madonna, una fata turchina che con la sua grazia celeste ci faccia diventare angeli veri come Lei, come lo voleva nostro padre Dio che ci ha fatti in qualche modo imperfetti con un compito perfetto. Questo Robot David imita in maniera perfetta quindi anche le imperfezioni psichiche umane ed è questo l'unico miracolo che lo tiene in vita.



SEI IL FIGLIO QUALUNQUE DI UN PADRE UNICO, DESTINATO AD ESSERE UNICO COME TUO PADRE
Se analizziamo per un attimo la convinzione religiosa che postula la nostra esistenza fatta ad immagine e somiglianza di Dio, troviamo una profonda incongruenza e disperazione nella nostra natura: Se Dio è unico e noi fatti come Lui, allora noi per natura ci sentiamo tutti Unici, quindi onnipotenti, divini, ma questo contrasta con il senso della fratellanza che è insito nella natura, e cioè dell'uguaglianza nella diversità, infatti David scopre la verità sulla sua natura di oggetto, parlando con il suo creatore (che lo ha progettato sulle fattezze del figlio morto) e vedendo centinaia di copie di sé stesso già inscatolate e pronte per essere vendute (ecco perchè tutti i sistemi religiosi e politici non accettano la diversità ma impongono l'uniformità). David per questo si dispera al punto di diventare violento (distrugge un robot uguale a lui), non accetta che un altro sia unico per la sua madre, si sente fallito o quanto meno messo in discussione da un concorrente. Questa è la radice dell'egoismo umano quando vede la sua individualità in maniera assoluta: SOLO IO. Se noi siamo in funzione di un altro per forza mai saremo se stessi e vivremo nella violenza, nella competizione, nell'arrivismo più spietato ed è questo che fonda oggi i moti della società consumista e capitalista: la lotta disperata per il dominio assoluto sugli altri per affermare la propria individualità come divina. Questa visione di Dio porta alla guerra, al totalitarismo, alla distruzione, all'egoismo più spietato e cioè quello fatto nel nome dell'amore e della bontà.



LA MALATTIA IMMORTALE DELL'AMORE
Incastrato per sempre con Teddy, David passa il tempo a chiedere alla Fata Turchina di trasformarlo in un bambino vero senza mai smettere. Così l'anfibicottero esaurisce le energie, diventando totalmente inutilizzabile, mentre il tempo continua a passare, per millenni interi, finché non avviene un'altra era glaciale. L'anfibicottero di David e Teddy viene riscavato da mecha evoluti e dall'aspetto alieno, che hanno preso il posto degli umani, ormai estinti completamente. La loro tecnologia permette ai mecha evoluti di riattivarli e di ottenere dalle loro memorie informazioni sulla specie umana... l'unica cosa che resta nella memoria è L'AMORE. Usando un ologramma a forma di Fata Turchina, i mecha evoluti spiegano a David che è impossibile renderlo un bambino vero, tuttavia, usando il DNA di Monica contenuto nella ciocca di capelli che Teddy ha conservato, i mecha clonano la donna, dicendo che vivrà per un giorno solo. Il film è commovente, la conclusione quasi al limite dell'assurdo come lo è l'amore umano per la sua sete infinita di perdurare nel tempo: basterebbe un solo giorno di amore per sacrificare un eternità di esistenza nel dolore e la lotta.





l suo amore è reale. Ma lui non lo è.

Nessun commento:

Posta un commento